Scena del crimine - Notizie e Pubblicazioni - ISF | Istituto di Scienze Forensi | Milano | Treviso | Bolzano | Novara | Vicenza | Firenze | Taranto | Reggio Calabria | Catania | London | Malta

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Ricerca su test presuntivo per l’identificazione di residui di sparo

Pubblicato da in Scena del crimine ·
L’utilizzo di test presuntivi è di grande aiuto per i professionisti del sopralluogo giudiziario. Infatti, poter identificare residui rinvenuti sulla scena del crimine, seppur con una valenza non paragonabile a quella offerta dall’analisi di laboratorio e una presenza di falsi positivi o falsi negativi che può variare a seconda delle situazioni, permette di poter effettuare un lavoro completo ed esaustivo. In particolare, i test presuntivi per i residui di sparo si dimostrano tra i più proficui da utilizzare in caso di reati connessi all’utilizzo di armi da fuoco. Generalmente, essi si basano sulla reazione prodotta dalle sostanze contenute nel kit con i residui provocati dalla combustione dell’innesco. Tuttavia, spesso l’efficacia del test è diminuita o annullata dalla poca praticità di utilizzo.
ISF Srls - P.Iva 09467620960
Torna ai contenuti | Torna al menu